Conferenza Tevere Nostrum

Raccontare il "fiume mito" ma anche rilanciare la proposta di istituire il ventiseiesimo parco nazionale italiano, il "Parco Nazionale del Tevere". Si è svolta oggi a Firenze la conferenza stampa di presentazione di "Tevere Nostrum", il volume fotografico edito da Polistampa e curato dal Segretario generale dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Italia Centrale, Erasmo D’Angelis. Presenti all'appuntamento nella Sala Rossa di Palazzo Strozzi, oltre all'autore, anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni, il Segretario generale dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino settentrionale Massimo Lucchesi, il presidente di Anbi Toscana Marco Bottino e l’editore Mauro Pagliai, con il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi in collegamento.

Il libro unisce storia, natura, ecologia, cultura e racconta il fiume fondativo di Roma e della nostra civiltà attraverso 380 pagine di grande formato arricchite da oltre 700 tra immagini suggestive catturate da fotografi naturalisti, documenti scientifici, dipinti dei più grandi artisti.

"Sebbene attraversi la Toscana solo per un breve tratto - ha sottolineato Giani - il Tevere è storicamente legato a questa regione. Il volume curato da Erasmo D’Angelis rappresenta l’ennesimo capitolo dedicato dall’autore al mondo dell’acqua e fornisce un affresco di questo corso d’acqua attraverso foto, anche d’epoca, dipinti di grandi artisti, mappe e schede. Un lavoro davvero ben fatto”. L'assessora Monni ha osservato che lo stesso fiume, così "maestoso", può essere definito esso stesso "un'opera d'arte", e però ha anche insistito sul fatto che si deve "riflettere sulla storia e sul rapporto che si viene a creare tra le comunità ed il Tevere, e anche su quello contemporaneo, in un tempo di cambiamenti climatici. Il messaggio che emerge è abbastanza chiaro: è la nostra vita che gira intorno alla natura e non viceversa". 

Un concetto su cui ha insistito anche Mario Tozzi, che ha sottolineato l'importanza di "proteggere e tutelare" il fiume, con le necessarie opere e attività, e anche con l'istituzione di quello che potrebbe diventare "il più grande parco naturale d'Europa".

La proposta di istituire il ventiseiesimo Parco nazionale italiano, il "Parco nazionale del Tevere", D'Angelis l'ha lanciata attraverso convegni organizzati in passato dall'Autorità di distretto dell'Appennino centrale e poi di nuovo con questo libro. Ha detto il Segretario generale dell'Autorità presentando a Firenze "Tevere Nostrum": “Il senso di questo volume è celebrare i fiumi ed in particolare il Tevere, che con i suoi 405 chilometri costituisce un grande corridoio ecologico da tutelare e proteggere. Ed infatti andrebbe dichiarato ventiseiesimo Parco nazionale italiano. E' una grande sfida a cui stiamo lavorando”.

Data di ultima modifica: 29/07/2021
Data di pubblicazione: 28/07/2021