esri
Il Segretario generale Casini: “Gis e digital twin al centro del processo di pianificazione per creare valore per le generazioni presenti e future"

Il 10 d 11 maggio, si è svolta la Conferenza annuale di Esri Italia presso l'Auditorium del Massimo a Roma, uno degli eventi più importanti dell’anno sull’innovazione digitale e le tecnologie geospaziali.
Il tema dell’evento è stato “GeoDigital Twin per un Futuro Eco-Sostenibile”.
È stata un’occasione per fare il punto sulla situazione attuale dell’innovazione tecnologica del Paese, e per scoprire le best practice dell’adozione di soluzioni digital twin e gis.
Come la Gestione digitalizzata dei processi aziendali - nei diversi settori, dal turismo alle telecomunicazioni fino alla pubblica amministrazione - porti benefici ed efficienza, anche lato prevenzione rischi ambientali e sismici, partendo dalla mappatura dei bisogni dei cittadini e del territorio, tra i punti di discussione.

 

primo_piano

 

“Per ABDAC governo del territorio significa impegnarsi a garantire allo stesso tempo salute e sicurezza dei cittadini, salvaguardia dell’ambiente e sviluppo economico e culturale - ha esordito nella sessione plenaria il prof. Marco Casini, Segretario generale dell’Autorita di bacino Distrettuale Appennino centrale (ABDAC)-, con l’obiettivo di creare valore duraturo per le generazioni presenti e future.
Oggi, governare un territorio, alla scala di distretto in particolare, è un compito ancora più complesso rispetto al passato a causa dell’incremento delle pressioni ambientali (consumo di suolo, consumo di risorse, emissioni, rifiuti), della dimensione sempre più globale dei fenomeni e degli effetti del cambiamento del clima.
È evidente che per svolgere al meglio questo compito occorre poter disporre di un quadro conoscitivo approfondito, coerente e aggiornato che consenta a tutti gli attori coinvolti nella gestione del territorio di mettere in atto azioni rapide ed efficaci di prevenzione, mitigazione e adattamento.
Per poter raccogliere e gestire l’enorme mole di dati e informazioni di natura economica, ambientale, sociale necessari per il supporto alle decisioni è essenziale però una rapida transizione digitale che consenta di mettere in atto un sistema integrato di monitoraggio e controllo supportato dagli strumenti più avanzati oggi a disposizione quali telerilevamento satellitare, internet delle cose, Digital Twin, realtà estesa e intelligenza artificiale”.

together


Il Segretario generale a conclusione del suo intervento ha sottolineato che “L’Autorita’ di bacino ha abbracciato in pieno questa transizione ponendo il GIS e il cloud al centro dei suoi processi di pianificazione con l’obiettivo di predisporre al più presto un gemello digitale del distretto idrografico dell’Appennino centrale in grado di sfruttare le potenzialità di analisi dell’intelligenza artificiale, incluso ChatGPT”.

 

Il video dell'intervista al Segretraio Generale.

 

 

 

Premio Risk management 2023

Esri Italia ha conferito ad ABDAC il premio "Risk management 2023" per il progetto “La sfida della gestione dei rischi idrogeologici e della risorsa idrica”. A ritirare il premio l’arch. Daniele Moretti e l’ing. Simone Satta dell’Area Pianificazione Rischio Idrogeologico e Sistemi Informativi Territoriali di Distretto.

 

pp

 

 

Data di ultima modifica: 15/05/2023
Data di pubblicazione: 10/05/2023