Incontro D'Angelis-Farabollini: come ricostruire in sicurezza

incontro Erasmo D'Angelis e Piero Farabollini

Si è svolto giovedì 11 Luglio presso l'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale un incontro tra il Segretario Generale Erasmo D'Angelis e il Commissario straordinario per la ricostruzione post sisma Piero Farabollini. Al centro del colloquio il tema della ricostruzione nella massima sicurezza idrogeologica e antisistima dei 138 Comuni colpiti dai terremoti del 2016 e 2017.


L'incontro si è svolto in seguito alla presentazione del progetto "ReSTART-Non rischiamo più.” del 4 Luglio 2019, un modello europeo che prevede azioni e tecnologie per la prevenzione e la pianificazione idrogeologica e antisismica che durerà tre anni, finanziato dall’Agenzia per la Coesione territoriale e che parte proprio dai territori del cratere. 
Il progetto a cui sta lavorando l'Autorità di bacino distrettuale dell'Appenino centrale porrà le basi per la conoscenza scientifica e il controllo in tempo reale del suolo, del sottosuolo e delle acque.

Per la prima volta dopo una catastrofe naturale verranno realizzati interventi e progetti per una ricostruzione nella massima sicurezza oggi possibile. Le zone a più alto rischio dal punto di vista dei fenomeni franosi e alluvionali saranno osservate con le tecnologie più avanzate attualmente disponibili: radar satellitari per il monitoraggio continuo dei dissesti idrogeologici, droni di ultima generazione, modelli di telerilevamento che utilizzano impulsi laser, database storici e tecnico-scientifici.

L'operazione prevede il coinvolgimento non solo di istituzioni, enti ed esperti della materia, ma anche delle popolazioni del territorio. Farabollini, intervenendo il 4 luglio alla presentazione del "ReSTART" presso la Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi, aveva giudicato "fondamentale che ci sia sinergia e collaborazione tra diverse istituzioni e soggetti interessati". E quello dell'11 Luglio con D'Angelis è stato soltanto il primo di una serie di incontri in quest'ottica.
 

Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale
Ufficio Stampa
0649249248

Data di ultima modifica: 15/07/2019
Data di pubblicazione: 11/07/2019