I Progetti in corso

I progetti in corso

Il Progetto “ReSTART - ReSilienza Territoriale Appennino Centrale Ricostruzione Terremoto"

L'Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino centrale è il soggetto beneficiario del finanziamento del Progetto POC – “ReSTART - ReSilienza Territoriale Appennino Centrale Ricostruzione Terremoto" nell'ambito dell'asse 2 2 : Rafforzamento della governance multilivello nei Programmi di Investimento Pubblico - Linea di azione 2.1.1 - Realizzazione di azioni orizzontali per tutta la pubblica amministrazione funzionali al presidio e alla maggiore efficienza del processo di decisione della governance multilivello dei programmi di investimento pubblico 2014- 2020.
 L’Agenzia per la coesione territoriale ha ammesso a finanziamento il Progetto ReSTART, proposto, anche sulla base di preliminari contatti svolti dall'Autorità distrettuale con le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria nell’ambito di appositi tavoli tecnici tenuti fin da luglio 2017. Le azioni interessano direttamente i territori di 7 regioni dell’Italia centro-settentrionale, per una superficie complessiva di 42.506 kmq, pari a circa il 14% del territorio nazionale.
L’obiettivo strategico di ReSTART è rafforzare la capacità di governo delle istituzioni centrali, regionali e locali mediante la messa a punto di un modello di rapporti istituzionali che prevede anche la collaborazione degli stakeholder pubblici e privati (nel rispetto dei principi fissati nella Direttiva n. 2/2017 del Ministro della Funzione Pubblica) per la definizione dei processi di ricostruzione post-sisma nel più generale sistema delle azioni complessive per garantire la sicurezza idrogeologica e la gestione sostenibile delle risorse idriche.
Aspetto determinante del modello è la condivisione dell'obiettivo di Progetto supportata dalla capacità di controllo e aggiornamento continua e costante del quadro conoscitivo dei fenomeni di rischio pregressi e sismo-indotti e dei dati rilevati sul territorio per definire i processi decisionali.
 Le attività del Progetto, che dovranno integrare le funzioni regionali senza sostituirsi ad esse, hanno una durata che si sovrappone alle scadenze previste dalle direttive europee inerenti il rischio alluvioni e la gestione della risorsa idrica. Il Progetto pertanto esplica anche una funzione strumentale a tali scadenze.
Al Progetto partecipano come partner il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile con il supporto delle Regioni Umbria. Marche, Lazio e Abruzzo, e la collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero per le Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, con l'ISPRA-SNPA e la struttura del Commissario per la ricostruzione. Nel Progetto è previsto anche il coinvolgimento di altri enti pubblici, università ed istituti di ricerca, stakeholder pubblici e privati.

Data di ultima modifica: 12/11/2018
Data di pubblicazione: 09/11/2018